Pannelli
Pannelli
Pannelli

Donazioni, aiuti, wedicef

L’idea e il nome c’erano già a livello teorico.

Ma per realizzare un piccolo progetto con un obiettivo così importante sono state necessarie diverse riflessioni – e anche il consenso della direzione di wedi. L’ok del titolare Stephan Wedi, insieme ai “migliori auguri per un futuro di successo di questa fantastica idea”, è arrivato il 30/03/2001: data della nascita di wedicef.

Günter Dieckmann del reparto marketing di wedi ebbe l’idea di chiedere un obolo volontario dato che per i livelli dirigenziali le bevande sono gratuite e con il nome wedicef definì subito il gruppo target del progetto: bambini e ragazzi in situazioni molto difficili e gravemente malati. Già la somma iniziale di 392,00 DM raccolta nel primo mese è stata una prova della partecipazione del personale. E l’entusiasmo non si è fermato, perché ben presto il progetto non si è limitato solo alle bevande, ma si è allargato a nuove idee e occasioni per effettuare donazioni. E nuove persone di contatto, dato che con il passare degli anni il progetto wedicef ha ampliato il suo raggio d’azione coinvolgendo anche partner d’affari e clienti.

L’importo raccolto con le donazioni nel corso dell’anno e ogni volta notevolmente aumentato dalla direzione wedi, viene consegnato all’inizio dell’anno successivo. “La somma intera viene consegnata personalmente al destinatario” assicura Günter Dieckmann che, da quando è in pensione, sa di aver lasciato in buone mani la sua “creatura” wedicef, seguita ora da Marion Nordhoff.


Le donazioni wedicef fino a oggi

Nel 2010 a Barbara Wähning

Nel 2010 a Barbara Wähning per l’associazione “Sprungbrett e.V. Emsdetten”: 5.000 euro

Articolo stampa

Nel 2009 all’ostetrica Waltraud Bertels

Nel 2009, come nell’anno precedente, all’infermiera Waltraud Bertels per un nuovo progetto in Tanzania: 5.000 euro

Articolo stampa

Nel 2008 all’ostetrica Waltraud Bertels

Nel 2008 all’ex ostetrica Waltraud Bertels di Emsdetten per “i suoi bambini” in un orfanotrofio in Tanzania: 3.000 euro e a Birgit Fehrenbach che si occupa dei bambini di un orfanotrofio in Malawi: 3.000 euro

Foto
 (da sinistra a destra Stephan Wedi, Waltraud Bertels, Reinhard Bröker, Heike Austrup)

Nel 2007 a "Faustlos in Emsdetten"

Nel 2007 per il progetto “Faustlos in Emsdetten”

Articolo stampa

Nel 2006 a “Emsdettener-Grevener Tafel”

Nel 2006 a Emsdettener Grevener Tafel: 4.000 euroArticolo stampa

Nel 2005 alla famiglia Antoni

Nel 2005 alla famiglia Antoni di Emsdetten, per il figlio Angel, gravemente malato: 3.500 euro

Articolo stampa

Nel 2004 al Dr. Kasman Koy Deradjat

Nel 2004 al Dr. Kasman Koy Deradjat, Emsdetten, per “Tsunami-Kinderhilfe”: 3.000 euro e a Carla von der Dunk, associazione Herzenswünsche e.V., Münster: 1.000 euro

Articolo stampa

Nel 2001-2003 al DE-RU Förderverein

Nel 2001-2003 al Deutsch-Russischer Förderverein a Bad Homburg per i bambini di Peterhof: in totale 7.000 euro

Articolo stampa
| Foto